Sito paleontologico

In questa ex-cava di pietra calcarea tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso sono stati ritrovati i resti di numerosi dinosauri del Cretacico Superiore (circa 70 milioni di anni fa). Tra questi è stato rinvenuto il più grande e completo dinosauro italiano, noto con il nome di “Antonio”, per la scienza Tethyshadros insularis, una specie nuova a livello mondiale, adrosauroide, parente stretto degli adrosauri americani dal becco ad anatra. Oltre ad Antonio, il giacimento fossilifero ha restituito anche un altro dinosauro soprannominato Bruno, coccodrilli, pesciolini, e altre ossa allo studio degli esperti paleontologi. Nel sito è visibile il calco di Antonio, mentre il fossile originale è conservato e visibile al Civico Museo di Storia Naturale a Trieste.

Condividi la tua esperienza