Asparago selvatico

Asparagus acutifolius

Specie con areale limitato alle coste del Mediterraneo. Pianta sempreverde molto ramificata, alta fino a 1,5 m, con fusto legnoso e rigido. Le foglie sono ridotte a minuscole squame, sostituite per la funzione clorofilliana dai cladodi (rametti trasformati) che si sviluppano nella loro ascella. Essi sono aghiformi e rigidi, con una spina pungente all’apice. In primavera i nuovi getti vengono spesso raccolti per essere usati nelle ricette in cucina.

Condividi la tua esperienza