Pino nero, Pino austriaco

Pinus nigra

Introdotto sul Carso per opere di rimboschimento sotto l’impero austro-ungarico tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, la specie si trova diffusa dalla penisola Balcanica fino in Turchia. Pianta eliofila e frugale, non ha particolari esigenze di suolo, anzi si adatta bene a suoli sabbiosi, ghiaiosi alluvionali, limoso argilloso e anche compatti di natura calcarea o silicica.
Il pino nero ha portamento arboreo, raggiunge generalmente i 15-25 m di altezza. La corteccia negli anni si suddivide in larghe placche con caratteristici solchi di colore scuro. Gli aghi sono lunghi  8-16 cm, con l'apice appuntito. L'apparato radicale nella pianta adulta è ampio e robusto, con un fittone molto sviluppato e con grosse radici laterali che penetrano tra le fessure delle rocce.

Condividi la tua esperienza