calamaro

Loligo vulgaris (Lamark, 1798)

Questo cefalopode ha un corpo allungato e slanciato, ai lati si notano due pinne triangolari che dall'apice arrivano fino alla metà del corpo. Gli occhi sono ben sviluppati e la bocca è circondata da otto tentacoli corti e due estensibili con la parte terminale allargata; tutti i tentacoli sono dotati di ventose, con ventose centrali più grandi. La bocca dell’animale è dotata di un robusto becco simile a quello dei pappagalli. La colorazione varia dal rosso bruno al rosa azzurro, ed è in grado di cambiare la colorazione a seconda delle situazioni. La lunghezza massima si aggira attorno ai 40. È un grande nuotatore e vive in banchi e si avvicina alle coste fra dicembre e luglio per deporre le uova che sono contenute in capsule gelatinose biancastre di forma allungata e che fissa a rocce o corpi sommersi. Si nutre di pesci, molluschi e crostacei.

Condividi la tua esperienza