pesce balestra

Balistes capriscus (Gmelin, 1789)

Il corpo di questo pesce ha forma ovale, la livrea è di colore grigiastro o verdastro e può essere segnata da tre bande marroni irregolari, la testa è grossa e può arrivare a 1/4 delle dimensioni del intero corpo, l’occhio è piccolo e ci sono due pinne dorsali, di cui la prima con 3 spine (carattere distintivo per la famiglia Balistidae). La codale è tronca o convessa e negli esemplari più vecchi i raggi superiore ed inferire sono assai più lunghi che nei giovani. L'adulto misura circa 30-40 cm, la bocca, bordata da grosse labbra, è terminale, stretta e piccola, ma fornita di robusti denti, il che consente all’animale di triturare le conchiglie dei molluschi o i carapaci dei crostacei di cui è un vorace predatore. È segnalato in tutto il Mediterraneo ed è abbastanza comune nei mari italiani, tranne nel nostro golfo, dove la sua presenza è piuttosto occasionale. Nei mesi caldi lo si incontra vicino alle coste rocciose e tra le alghe ad una profondità variabile tra i 5 i 30 metri. Durante i mesi più freddi sposta il suo areale a profondità maggiori, fino ai 100m.

Condividi la tua esperienza